Categoria: Blog

Viaggiare con il riaprire dell’Italia dopo il lockdown del coronavirus

Pubblicato da: Maria Florio/ 520

Le numerose regole a seguito dell’unlock down, del riaprire, stanno rendendo l’Estate 2020 indimenticabile, o come direbbero altri, estremamente difficile da dimenticare.

 

Come molti di voi sapranno, molti paesi in Europa si stanno preparando a ri-accogliere a braccia aperte (a partire dal 15 giugno, 2020) tutti quelli che sono pronti a viaggiare (e per chi vuole seguire come si riaprono le frontiere in Europa, ecco il sito ‘Re-open EU’: https://reopen.europa.eu/).

 

Non è facile, però, dimenticare tutto quello che è successo e andare avanti, facendo finta che niente sia accaduto, perché purtroppo qualcosa è successo. Nonostante ciò quel “qualcosa”, per adesso, sembrerebbe cambiato e riguarda anche il come le persone viaggeranno e passeranno del tempo insieme grazie a delle piccole vacanze e giri per Napoli o altrove in Italia. Anche i voli e le crociere sono cambiate, per molti aspetti; così come anche i viaggi di piacere, gli incontri familiari, insieme a tutti quei momenti in cui si festeggia qualcosa, che sia in loco o presso una nuova destinazione. Tutto questo, e molto altro ancora, sarà percepito e vissuto diversamente.

 

Molti sono ancora irrequieti e disorientati e hanno grandi difficoltà ad adattarsi a quella che è la “nuova” normalità (dovendo tenere conto del distanziamento sociale e dell’uso della mascherina per uscire).

 

Andando incontro ad un reset totale, molti di noi desidereranno quella vacanza estiva organizzata all’ultimo minuto, motivo per cui ci siamo preparati ad accogliervi con tutti i nostri eventi in Campania e tutta Italia, quali: i tour privati di Napoli, tour per piccoli gruppi o famiglie via barca, i trekking tours, con tanto di offerta per il transfer via macchina o minibus; ma ancora, ci sono i nostri tour package in giro per l’Italia e l’organizzazione di matrimoni in Campania, sempre rispettando tutti i protocolli necessari per la vostra salute.

 

Questo, ovviamente, implica: l’uso delle mascherine e la costante sanificazione per godere al meglio i nostri viaggi in Italia e i nostri eventi.

 

Il distanziamento sociale come metodo di sicurezza è consigliato dalle autorità e risulta essere la cosa più difficile da rispettare per gli italiani perché, come sapete già, gli italiani sono molto conosciuti per essere espansivi attraverso i gesti. Siamo ricordati, soprattutto, per il modo in cui ci salutiamo, dando un bacio su ogni guancia. Ci abbracciamo spesso e siamo calorosi ed affettuosi. Ma nonostante ciò, stiamo tutti facendo del nostro meglio per rispettare le regole.

 

Per chi desidera viaggiare, è altamente raccomandato, almeno per il momento, di spostarsi in piccoli gruppi e di noleggiare una macchina o una macchina privata con autista. Non solo vi risparmierà molto tempo, ma vi permette di sentirvi più al sicuro rispetto all’utilizzo dei mezzi pubblici. Il numero delle persone che può accedere a locali, mezzi, è ridotto al minimo, ma si cerca comunque di fare il possibile per vivere al meglio il mare, soprattutto durante il finesettimana. Inoltre, viaggiando in macchina, sarete esposti soltanto ai vostri compagni di avventura (almeno durante gli spostamenti).

 

Preparatevi per nuove offerte sul nostro sito, che sono state create tenendo a mente le precauzioni necessarie per affrontare questi tempi di transizione. Saranno disponibili tour e gite nella zona della baia di Napoli; pacchetti con giri in barca per Napoli; gite naturalistiche, presso borghi e cantine campane, con visite presso vigneti e ci saranno anche offerte sui prezzi per chi richiede anche i transfer.

 

E non dimentichiamo che Viaggiare è l’insieme di più cose che permettono il mutare della visione del’uomo, e quando si unisce all’arte diventa assoluta pura fantasia e realtà unica per farci volare.

Coronavirus Italia fase 2 – Cosa significa per il viaggio e la natura

Pubblicato da: Maria Florio/ 628

Siamo in piena primavera, giunti al periodo di seconda fase del coronavirus (COVID-19), da affrontare dopo il lungo tempo trascorso a casa. Ci prepariamo ad uscire; uscire e trovare un clima totalmente lontano dagli schemi che avevamo e che per il momento dobbiamo lasciarci alle spalle. Sappiamo che saremo messi a dure prove, ma dovremo guardare con occhi fiduciosi per ricostruire e ricostruirci proprio come il cavaliere insorto. L’uscire al rientro sarà a ritmo lento; molto probabilmente si avvertirà il bisogno di non allontanarci da quel silenzio, quell’isolamento, dove abbiamo  ritrovato noi stessi. A molti questo tempo ha dato modo di notare la natura, anch’essa isolata dall’uomo rimasta a casa e tutto di un tratto non esposta più all’eccesso degli agenti di i gas, fumo, petrolio che inquinano l’aria, si è rigenerata, il mare, il cielo, i fiori hanno ripreso a risplendere come non mai da tempo, risvegliando chi non lo fosse già all’interesse e alla voglia di voler godere del  benessere della meravigliosa natura.

I percorsi che il nostro ricco territorio  offre sono innumerevoli, ogni zona gode di patrimoni non solo artistici, ma anche naturali. Basti pensare che a solo pochi minuti dal centro troviamo gli Astroni – https://www.wwf.it/oasi/campania/cratere_degli_astroni/, ricco patrimonio del WWF.

Oltre ai percorsi trekking della costiera Sorrentina ed Amalfitana, si possono scoprire tanti altri luoghi, sia sulle bellissime isole di Ischia Capri e Procida, che nei borghi dei comuni delle province di Avellino, Benevento, Caserta e Salerno – https://www.wwf.it/oasi/campania/.

Il  turismo riparte e si apre a nuove idee, e nuovi modi; comunica ed interagisce attraverso video e tour virtuali; ma nulla distoglie la sfida dell’uomo, quella della curiosità, della conoscenza, quella che attraverso i sensi fa realmente toccare e vedere: montagne, mari, laghi, territori e popoli meravigliosi che il mondo custodisce per noi.

 

 

Coronavirus in Italia ad oggi, mentre aspettiamo di ricominciare

Pubblicato da: Maria Florio/ 659

Con il passare dei giorni, a volte in modo più scorrevole e altre meno, iniziamo ad attivarci a pianificare le nostre vite per quando ricominceremo a viverle normalmente … quando torneremo a vedere i nostri familiari ed i nostri amici giù per le strade seguendo il ritmo della dolce vita, un po’ dimenticata. Aspettiamo di rivedere, ancora una volta, i nostri ospiti, i tanti viaggiatori, quelli come te, che tornano a visitare la città di Napoli grazie ai tour personalizzati della Campania e attraverso le numerose esperienze che caratterizzano le attività di viaggio quando si è in Italia.

Se la preoccupazione per il COVID-19, fino a poche settimane fa, impegnava solo l’Italia, adesso l’aumento del numero dei casi richiama tutto il resto del mondo. È, ormai, una condizione globale che tutti i paesi si trovano ad affrontare insieme, attivamente, nel tentativo di contenere l’epidemia e instaurare livelli di sicurezza per salvaguardare la salute di tutti i cittadini, mentre si cerca di mantenere la speranza che, presto, tutto verrà ripristinato alla vita di tutti i giorni.

Noterete che in Italia, la regione con il maggior numero di casi rimane la Lombardia (che ha senso se tracciamo il percorso intrapreso dal COVID-19 all’interno di tutto il paese). Essa è seguita da altre regioni settentrionali, con un altrettanto elevato numero di casi, come l’Emilia-Romagna (regione in cui si trova Bologna), il Piemonte e il Veneto. Qui al sud, i numeri sono minori, con la Campania al secondo posto rispetto al Lazio. Seguono, poi, la Puglia e la Sicilia, con un numero più basso di casi complessivi, ma nonostante ciò, più elevato rispetto ad altre regioni che si trovano nell’Italia meridionale.

Le restrizioni generali  e che, quindi, segue anche il governatore campano, durano fino al 14 Aprile 2020. Nonostante ciò, uno studio pubblicato pochi giorni fa, prevede un pieno recupero in Campania per il 20 Aprile 2020.

Lo studio è dell’Istituto dell’Economia e di Finanza (Eief) dell’Einaudi e condotto da Franco Peracchi, professore all’Università di Georgetown e all’Università di Roma Tor Vergata. Ecco il link che riporta ai due articoli che parlano in dettaglio dello studio e che mostrano qual è il recupero stimato per tutte le altre regioni in in Italia.

Il decreto e la proroga è valido per tutta l’Italia, nonostante ciò, ciascuna regione può, eventualmente, modificarla in base alla situazione e all’evoluzione del contagio del COVID-19. I viaggi che riguardano spostamenti personali non sono vietati, come saprete; ovviamente sono in atto misure per evitare il contagio e la diffusione di COVID-19 per coloro che rientrano in Italia in questo momento.

Online continuano ad esserci molte attività e messaggi di sostegno:

Lo slogan Io resto a casa (#iorestoacasa), viene usato da cantanti, attori, comici, artisti, professionisti e tutti i personaggi pubblici, per spargere la voce sull’essere  responsabile ed  aiutare l’Italia per combatte la pandemia di COVID-19 e ripristinare la salute in tutto il paese per proteggere coloro che sono sul campo ed a rischio ogni giorno (i lavoratori , i professionisti, quali operatori sanitari, dai medici agli infermieri e a tutto il personale ospedaliero).

Ad elevare lo spirito delle persone ci sono tonnellate di battute e canzoni ironiche condivise attraverso social media, tra i tanti video spiccano questi di natura partenopea di Arturo Salomone sulla sua pagina Facebook:

E proprio la scorsa domenica il Ministero della Cultura e del Turismo si è rivolto a tutti coloro che seguono la pagina, chiedendo di partecipare attivamente attraverso la condivisione di foto scattate nei musei, nei parchi archeologici, nei teatri, alle mostre, nelle biblioteche e archivi con il tentativo di continuare a condividere l’interesse per i nostri musei e le meravigliose gallerie di tutta Italia con il resto del mondo (ecco l’articolo da leggere sull’iniziativa: https://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/MibacUnif/Comunicati/visualizza_asset.html_1421405590.html). Stanno anche condividendo attivamente video sul proprio canale YouTube con l’hashtag #iorestoacasa: https://www.youtube.com/MiBACT/

Ma, nel frattempo, manca poco all’estate e al bel tempo e possiamo solo sperare che le cose migliorino così da poterci preparare per quando tornerà il giorno per ricominciare; perché arriverà e, proprio a quel punto, saremo pronti ad accogliervi di nuovo con numerosi tour e attività da fare a Napoli, in tutta la Campania e in Italia, per iniziare tutti insieme di nuovo, da capo ?

 

Vendemmiamo Tra Le Vigne della verde Irpinia

Pubblicato da: Maria Florio/ 822

È tempo di Vendemmia, è quello che ha ci ha detto l’esperto!

Tutti sappiamo che l’autunno è la stagione di raccolto della gustosa uva bianca e nera e che è tempo di vendemmia; ma i giorni della Vendemmia non sono prevedibili, e mai sempre gli stessi.
La nostra preziosa madre terra risponde a questo evento a secondo l’andamento della stagione estiva; se è stata troppo soleggiata o meno, se avute troppe piogge o se c’è stata siccità, ragion per cui la vendemmia è un risultato di un processo territoriale individuale.

Nella regione Campania tra le aree più famose per la produzione del vino troviamo le colline e le valli dell’area Irpinia, territorio situato al centro degli Appennini. L’Irpinia è considerato uno dei territori di eccellenza dei vini Campani per i suoi vitigni autoctoni che danno vita alle tre grandi DOP/DOCG dell’Irpinia. Avrete sicuramente sentito del Greco di Tufo, del Taurasi e del Fiano di Avellino, questi vini pregiati e conosciuti in tutto il mondo.

Le cantine e gli agriturismi dell’Irpinia nel periodo autunnale fanno eco e richiamo agli amanti del vino per trascorrere qualche giornata in questi luoghi. Nei periodi di vendemmia i colori di questa terra evocano il tepore dell’autunno, si mescolano tra il verde, il marrone chiaro tal volte dorato ed il porpora viola dei vigneti. Inoltre l’avvicinarsi alla fredda stagione, suscita istintivamente il desiderio di riunirsi, di ritrovarsi e dedicarsi alle ultime attività all’aria aperta che l’autunno ci permette tra le quali la Vendemmia. La raccolta dell’uva e la sua trasformazione in vino, è una delle attività che tanto ci affascina e che ci porta curiosità e voglia a partecipare e sperimentare almeno una volta nella nostra vita. E allora? cosa aspettiamo… andiamo a Vendemmiare! Avviciniamoci alla nostra madre terra che ci offre questa bellezza e gustiamone la prelibatezza, prima che ci lascia al suo dolce letargo del periodo invernale.

Vendemmiamo in Irpinia

È tempo di Vendemmia!

Le Quattro Perle della Campania

Pubblicato da: Maria Florio/ 1155

Quali posti della Campania meritano di essere visitati quando hai poco tempo a disposizione? Verrebbe quasi da rispondere tutti pensando alle innumerevoli bellezze della nostra regione, ma dovendo scegliere ci sarebbero ben 4 “perle” da non lasciarsi assolutamente scappare: Costiera Amalfitana, Capri, Pompei e la Napoli storica sono infatti i luoghi che Rimontitours ha scelto per 5 giorni intensi di tour organizzato per chi desidera scoprire il meglio in termini di bellezza paesaggistica e culturale di questa terra stupenda.

 

Ciascuno di questi quattro luoghi inseriti nell’itinerario “Le perle del Golfo”, in maniera diversa, ti regaleranno un’esperienza irripetibile tra natura, arte, storia e gusto.

Un itinerario indimenticabile con inizio a Napoli e sistemazione in Hotel a 4 stelle. Grazie ad una guida specializzata visiterai i luoghi più rappresentativi del centro di Napoli: Piazza del Plebiscito, Palazzo Reale, Teatro San Carlo, Galleria Umberto I ed il Castello Angioino, per poi giungere al ristorante per la cena di benvenuto.  Seconda tappa dell’itinerario, sempre con visita guidata, è l’isola di Capri, dove in minicrociera scoprirai le bellezze di un’isola unica al mondo. La giornata a Capri si concluderà con cena finale ed intrattenimento. Il terzo giorno il tour prevede una visita al Museo Archeologico e l’Oro di Napoli per un percorso inedito nel centro storico: via dei Tribunali, Palazzo Spinelli, La chiesa delle Anime del purgatorio, piazza San Gaetano con La chiesa Dei Girolamini, il Duomo, San Gennaro, Piazza Cardinale Riario Sforza e Via San Gregorio Armeno. Tutte tappe e luoghi simbolo della storia del cinema napoletano, con immancabile visita del Museo Archeologico, scrigno di reperti unici al mondo e set cinematografico del famoso film di Roberto Rossellini Viaggio In Italia. Per finire, Piazza del Gesù, il set di pellicole indimenticabili come L’Oro di Napoli e Matrimonio all’italiana. Quarto giorno del tour alla scoperta della mitica Pompei, sempre accompagnati da una guida turistica professionale, per proseguire con la visita di Amalfi e Ravello in Costiera. Partenza il quinto giorno.

Questi sono solo alcuni dei tratti distintivi del nostro tour Le Perle del Golfo, pensato per piccoli gruppi – a partire da 12 persone – e con prenotazione necessaria viste le date limitate – o prenotando il Tailor Made Le Perle del Golfo per un tour privato ed adattabile ad ulteriori visite che volete fare mentre vi trovate in Campania.

Il tour “Le perle del golfo” è una soluzione innovativa ed intelligente per chi non vuole perdersi i luoghi più significativi e scoprirne tutti i loro segreti grazie al notevole supporto delle guide specializzate. Luoghi magici e senza tempo, vere e proprie “perle” che sarebbe un peccato lasciare sul fondale.

Le 4 perle da non perdere quando vieni in Campania

Un'esperienza irripetibile tra natura, arte, storia e gusto.

Tailor Made Le Perle del Golfo per il Solo Traveler

Un'esperienza irripetibile tra natura, arte, storia e gusto.